I preparativi dello sposo

Il valore aggiunto del reportage di matrimonio

Nel reportage di matrimonio non c’è un’idea preconcetta rispetto al risultato da ottenere, ma si asseconda il susseguirsi degli eventi e si fotografa esattamente ciò che accade così come accade.
Capita comunque spesso che lo sposo mi dica: “Riprendi i miei preparativi? Non credo ci sia molto da fotografare, ci metterò non più di dieci minuti a prepararmi!”. E in parte è vero: non c’è dubbio che lo sposo sia rapido nel prepararsi e che quindi il momento in cui si veste possa durare solo pochi minuti. In realtà a casa dello sposo accadono anche tantissime altre cose, che nella mia idea di reportage di matrimonio vanno assolutamente fotografate. Infatti, nel caso del preparativi, l’evento non si esaurisce con le foto dello sposo mentre si allaccia le scarpe, si infila la giacca, si sistema la cravatta allo specchio. Questo si può considerare il momento centrale, mentre il resto delle cose che avvengono sono eventi satellite che ruotano intorno al principale, arricchendolo.
Sono eventi secondari solo apparentemente, in realtà ci danno la possibilità di personalizzare il servizio fotografico; è qui che il carattere degli sposi inizia a trasparire nelle foto e il loro mondo inizia ad animarsi, mentre gli amici scherzano per stemperare la tensione, il gatto gironzola per casa o mentre il papà dello sposo si ritaglia un momento tutto suo per condensare in uno sguardo la sua gioia di genitore di fronte al figlio bello… come uno sposo!