Il mio stile

Reportage di matrimonio

+

Street Photography

Reportage di matrimonio per me significa raccontare con le immagini tutti i momenti più importanti della giornata, cercando quelle foto che parlano delle emozioni, delle relazioni, delle storie che ruotano intorno agli sposi, mantenendo intatta la poesia, l’ironia, la tensione del momento fermato in tutta la sua verità. Significa osservare ciò che accade con occhi sempre nuovi, valorizzare con lo sguardo e con il cuore, farsi complice della luce per rendere visibile l’invisibile.

“La fotografia è un arte; anzi è più che un’arte,
è il fenomeno solare in cui l’artista collabora con il sole.” Alphonse De Lamartine

E quale linguaggio nella fotografia contemporanea è più adatto della street photography per introdurre la creatività e la vivacità dell’arte nel reportage di matrimonio? Velocità, colpo d’occhio, tempismo, estro. Ma non solo. Tutto parte dalla capacità di vedere l’altro e dal desiderio di raccontare la sua vera storia, il suo vero mondo.

Come è possibile realizzare tutto questo in un reportage di matrimonio?

La cosa più importante è il rapporto con gli sposi. Deve esserci qualcosa che ci lega, una visione, un’idea comune, un’affinità. I matrimoni più riusciti sono quelli di sposi che hanno un approccio alla vita simile al mio. Potremmo dire di avere lo stesso stile, di capirci. Per questo conoscersi prima del matrimonio è così importante.

Ugualmente fondamentale è non interferire mai con quello che accade, così che ogni piccolo evento possa essere catturato realmente come si verifica. Sarete liberi di muovervi per l’intero giorno, di dedicarvi agli ospiti e alla festa, e mentre vi vivrete appieno la giornata, io potrò catturare foto autentiche, quelle che preferisco.

Infine, lavorare con calma e rilassatezza è il modo migliore per osservare costantemente ed entrare “in sintonia” con tutto ciò che accade, mentre si vanno via via formando davanti all’obiettivo i momenti da fermare nelle foto. Il mio contributo procede sempre di pari passo con quello di tutti i soggetti fotografati: insieme, solo insieme, si possono creare immagini indimenticabili.

È questo che più di tutto mi fa amare il mio lavoro: la possibilità di migliorarmi nell’arte di osservare, sentire e prevedere i ricordi. Una magia che si rinnova grazie a voi!

Coniugare reportage di matrimonio e street photography: il ruolo del secondo fotografo

L’aiuto del secondo fotografo è prezioso per consentire maggiore libertà nell’interpretare artisticamente il giorno del matrimonio, perché entrambi ci possiamo alternare nella documentazione dei momenti fondamentali e di quelli un po’ fuori dallo standard. Infatti, un evento complesso come il matrimonio, ricco di interazioni ed emozioni, raccoglie in sé una quantità di altri piccoli eventi e momenti importanti che non riguardano direttamente gli sposi, ma sono ugualmente significativi. Lavorando in coppia, possiamo dare la massima attenzione anche ai dettagli fugaci, agli imprevisti, a tutto ciò che di curioso, divertente e bizzarro si verifica, aggiungendo colore e un po’ di sana pazzia al matrimonio.

È un modo questo di andare al di là del reportage di matrimonio, o meglio di andare verso la sua naturale evoluzione artistica, raccogliendo i riferimenti e le suggestioni della street photography.

Scompare così il concetto di foto già vista e ripetitiva, si apre il vasto scenario della ricerca e della sperimentazione artistica: insieme agli sposi vogliamo fare arte, e non solo. Vogliamo innovare, proporre una nuova estetica e una nuova etica della fotografia di matrimonio. Con il nostro lavoro vogliamo valorizzare i piccoli gesti, perché di questi è fatta la vita reale: vogliamo foto piene di sguardi, di gioco e di originalità.